Sottoscritto il nuovo Accordo Interconfederale, cambia la quota EBNA

(5/1/2022) In data 17 dicembre 2021 le Parti Sociali nazionali hanno siglato il nuovo Accordo Interconfederale sulla Bilateralità nell'artigianato.
In ragione di tale Accordo a far data dall'1 gennaio 2022, oppure a partire dalla data di sottoscrizione dei rinnovi dei singoli CCNL di categoria del settore artigiano, la quota fissa EBNA da versare su F24 viene incrementata di 4 euro mensili a lavoratore. Per calcolare correttamente l'importo da versare su F24 con codice EBNA, ricordiamo che in Toscana nel calcolo vanno sommati la quota fissa EBNA, la quota regionale EBRET (4 euro mensili a dipendente, che sono 14 euro nel caso dell’Autotrasporto Merci) e la quota variabile FSBA, attualmente fissata nello 0,60% dell’imponibile previdenziale.
Ad oggi sono stati rinnovati i CCNL artigiani di Meccanica, Alimentaristi ed Autotrasporto.
Sarà nostra cura dare comunicazione di volta in volta degli avvenuti rinnovi dei vari CCNL.

FSBA ha pagato ottobre 2021

(17/12/2021) Questa mattina il Fondo nazionale FSBA ha effettuato i pagamenti della cassa integrazione di ottobre 2021.
In Toscana il totale delle erogazioni è stato di oltre 6 milioni 200mila euro, contribuzione correlata inclusa. I lavoratori destinatari dei pagamenti sono stati oltre ottomila.
Sono state pagate le rendicontazioni presentate entro la data del 25 novembre 2021 compreso, se inserite in pratiche di tipo Decreto 41 "Sostegni" o Decreto 146 "Fiscale". Occorre attendere ancora per il pagamento delle rendicontazioni tardive legate a domande di tipo "Legge di Bilancio 178".
Le aziende sono tenute ad inserire nella prima busta paga utile dei lavoratori gli importi lordi ricevuti, assoggettandoli ad Irpef. Per i dettagli dei pagamenti vi invitiamo a visitare la sezione Pagamenti (importo lordo) di ogni domanda FSBA in SINAWEB.
I successivi pagamenti FSBA verranno effettuati verosimilmente nel corso del prossimo mese di gennaio e potranno riguardare soltanto le pratiche rendicontate entro venerdì 24 dicembre 2021. Vi invitiamo dunque a rendicontare prima possibile.
ASSEGNO ORDINARIO "NEOASSUNTI". I lavoratori assunti in data successiva al 23 marzo 2021 e che sono dipendenti di aziende che NON hanno esaurito completamente le 28 settimane del Decreto 41 restano scoperti dalla cassa integrazione di tipo Covid19: nella situazione descritta non si può infatti presentare per loro una domanda di tipo Decreto 146.
Per questi soli lavoratori il Fondo nazionale FSBA ha deliberato di concedere l'assegno ordinario FSBA "normale", di tipo cioè "non Covid19". Per la domanda occorrono nuovo ticket INPS e nuovo verbale di accordo sindacale (in questo caso eccezionalmente anche non preventivo).
Principali requisiti richiesti: data di assunzione successiva al 23 marzo 2021, anzianità aziendale minima di 90 giorni di calendario (il lavoratore ha cioè diritto a partire dal novantunesimo giorno compreso in poi); l'azienda deve avere versamenti EBNA regolari e deve essere aperta con dipendenti da oltre 6 mesi.
Rendicontazione: è obbligatorio rendicontare prima la domanda Decreto 41 (se presente), poi l’assegno ordinario. Per rendicontare l’assegno ordinario occorre caricare l’xml dell’Uniemens di quel mese. Se nel frattempo l’azienda termina i giorni massimi pagabili con il Decreto 41, nella stessa data in cui viene chiusa la domanda Decreto 41 deve essere chiuso anche l’assegno ordinario: da quel punto in avanti tutti i lavoratori devono essere inseriti in una nuova domanda di tipo Decreto 146.

FSBA ha pagato settembre 2021

(19/11/2021) Nella giornata di ieri il Fondo nazionale FSBA ha effettuato i pagamenti della cassa integrazione di settembre 2021.

In Toscana il totale delle erogazioni è stato di quasi 6 milioni e mezzo di euro, contribuzione correlata inclusa. Oltre 8.000 sono stati i lavoratori destinatari di questa tornata di pagamenti FSBA.
Sono state pagate tutte le rendicontazioni presentate entro la data del 25 ottobre 2021 compreso.

I bonifici arriveranno sui conti correnti delle aziende nel corso di questa settimana. Le aziende sono tenute ad inserire nella prima busta paga utile dei lavoratori gli importi lordi ricevuti, assoggettandoli ad Irpef. Per i dettagli dei pagamenti vi invitiamo a visitare la sezione Pagamenti (importo lordo) di ogni domanda FSBA in SINAWEB.

I successivi pagamenti FSBA verranno effettuati verosimilmente nel corso del prossimo mese di dicembre, all'arrivo di ulteriori flussi delle risorse pubbliche già stanziate. Con i prossimi pagamenti saranno liquidate tutte le pratiche rendicontate entro la mezzanotte di giovedì 25 novembre 2021: vi invitiamo dunque a rendicontare la mensilità di ottobre prima possibile, non oltre la data limite del 25 novembre 2021.

Proroghe FSBA: aggiornato SINAWEB

(12/11/2021) Segnaliamo che in data odierna il sito nazionale SINAWEB è stato aggiornato: è adesso possibile presentare le domande di tipo Decreto 146.

E' inoltre annunciato per lunedì prossimo 15 novembre 2021 l'arrivo dei fondi dal Ministero, cosa che consentirà a FSBA di pagare la cassa integrazione di settembre 2021 a tutti coloro che hanno rendicontato entro il 25 settembre 2021.

Prorogata la cassa integrazione FSBA di tipo Covid19

(27/10/2021) Il Decreto Fiscale n. 146/2021 ha disposto anche per gli artigiani la proroga di 13 settimane per la cassa integrazione di tipo Covid19. Conformemente a quanto stabilito dal Governo, in data odierna il Fondo nazionale FSBA ha pubblicato il suo nuovo manuale operativo, che contiene regole e procedure da seguire. Non è peraltro ancora possibile richiedere la proroga: il sito nazionale SINAWEB è in fase di aggiornamento e consentirà di presentare le nuove domande FSBA soltanto tra qualche giorno. Le domande possono ovviamente essere retroattive.

PROROGA. La proroga potrà essere richiesta soltanto da quelle aziende che avranno già completamente esaurito le 28 settimane del Decreto 41 "Sostegni".
Per chiedere la proroga sarà necessario presentare in SINAWEB una nuova domanda di tipo "Decreto 146", con nuovo ticket INPS ed il pdf del vecchio verbale di accordo sindacale.
La domanda dovrà avere una durata minima di una settimana e non potrà andare oltre la data del 31 dicembre 2021, per una durata massima di 13 settimane.

TAGLIO MANUALE DELLE DOMANDE "DECRETO 41". Se la domanda Decreto 41 si rivela eccessivamente lunga (per esempio se rendicontando ottobre 2021 una parte dei giorni diventa rossa perché l’azienda ha esaurito totalmente le 28 settimane), per poter presentare la successiva domanda Decreto 146 occorre andare a modificare manualmente la data di fine della domanda Decreto 41 in SINAWEB. Per farlo (vedi immagine sotto) dovrete entrare nel Dettaglio Domanda e cliccare sul pulsante verde "Accordo Sindacale". A quel punto vi apparirà una lunga riga nera che si apre a sinistra con un pulsantino verde e bianco sopra la scritta "Inserimento dati acc. sindacale"; cliccando su tale pulsante potrete cambiare la data di fine domanda, andando poi a fondo pagina a salvare la modifica. In alternativa, potete scrivere ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per richiedere che detta modifica venga effettuata dall'EBRET.

inserimentodati2

NEOASSUNTI. Hanno diritto alle 13 settimane "Decreto 146" i lavoratori già in forza alla data del 22 ottobre 2021. Ciò significa però che i lavoratori assunti tra il 24 marzo 2021 ed il 22 ottobre 2021 hanno diritto alla cassa integrazione esclusivamente per il periodo che va dall'1 ottobre 2021 al 31 dicembre 2021, non per periodi antecedenti. Per questi lavoratori di recente assunzione andrà presentata un'apposita domanda di tipo "Decreto 146", che sarà ammissibile però soltanto se gli altri lavoratori dell'azienda avranno terminato le 28 settimane del Decreto 41.

RENDICONTAZIONE ENTRO IL 25. Per consentire di accelerare i tempi di pagamento della cassa integrazione, è obbligatorio rendicontare in SINAWEB entro il giorno 25 del mese successivo a quello che viene rendicontato.

CONTATORE AZIENDALE. Il criterio di utilizzo resta quello tradizionale di FSBA, per cui un giorno vale un giorno. Il conteggio dei giorni avviene non a singolo lavoratore ma a singola azienda. Conta l’effettivo utilizzo, non il periodo richiesto.

PROSSIMI PAGAMENTI FSBA. Ieri il Fondo nazionale FSBA ha presentato la consueta richiesta di fabbisogno al Ministero. E' dunque molto probabile che i prossimi pagamenti FSBA vengano effettuati entro la metà del prossimo mese di novembre. Tali pagamenti riguarderanno la mensilità di settembre 2021 e, più nel dettaglio, comprenderanno tutte le rendicontazioni regolarmente presentate entro il 25 ottobre 2021 compreso. Per la Toscana sono attesi pagamenti per poco meno di 6 milioni e mezzo di euro.